Proposta di Matrimonio

Proposta di matrimonio

Cos’è il matrimonio? Domanda che accetta molteplici risposte. Di certo non si può definire l’unione di un uomo e una donna. In alcune società più uomini si legano in matrimonio con più donne, in altre due donne o due uomini posso sposarsi tra loro. Non si può neanche dire che sia il simbolo di un legame affettivo. Esistono molte coppie che si sopportano per interesse e molte altre che convivono con un partner che non hanno scelto loro personalmente.

Eppure una caratteristica comune a tutte queste ipotesi c’è: la volontà di creare e ufficializzare una relazione. Non necessariamente affettiva e non necessariamente tra un uomo e una donna.

Nelle civiltà più lontane dalla nostra, nel tempo e nello spazio, sposarsi significa stabilire una forte connubio con un gruppo familiare diverso da quello di origine. È una relazione politico-economica perché il matrimonio implica diritti e doveri reciproci tra le famiglie dei partner.

É curioso costatare come un fenomeno, che agli occhi di sociologi e antropologi è un’occasione per rafforzare i legami sociali e la stabilità economica, venga poi rovesciato, nel nostro mondo sommerso di economia, per assumere connotati del tutto emozionali e romantici. Eppure nelle società contemporanee è evidente che il matrimonio, in molti casi, non sia altro che un contratto assicurativo.

Un’assicurazione contro il rischio di una perdita insopportabile che ci farebbe ricadere nelle solitudine di un mondo individualista. Nella nostra società liquida tutte le relazioni devono potersi sciogliere facilmente, come contratti economici. Da una parte l’uomo ha la libertà in qualsiasi momento di abbandonare ciò che possiede per tuffarsi in nuove esperienze meravigliose, che il mondo sembra offrirgli continuamente. Ma dall’altra corre perennemente il rischio di vedere a sua volta la persona amata fuggire con qualcun altro di più straordinario di lui.

La coppia allora vive nella perenne incertezza. Vive un rapporto precario perché basato sulla mancanza di fiducia per l’altro: non sempre amore e fiducia vengono insieme. La libertà senza responsabilità è anarchia. E in amore l’assenza di regole spaventa perché l’uomo è un animale strettamente avverso al rischio. La possibilità, anche remota, di perdere la persona amata sconvolge chi ama.

È meglio firmare un contratto, soprattutto se si vuole costruire insieme una famiglia. Così se al partner la responsabilità non viene istintiva, ci penserà la legge a fargli rispettare i suoi doveri. Basta pensare che ora negli Stati Uniti prima di sposarsi, nel momento in cui si dovrebbe essere più sicuri in assoluto dell’eternità del proprio amore, è consuetudine firmare contratti per decidere come comportarsi in caso di divorzio.


E’ la stessa proposta di matrimonio ad arrivare proprio nel momento in cui, per troppo amore, la paura prende il sopravvento sulla fiducia. Il legame è così forte che si teme un’implosione. Sarà il frutto della razionalità scientifica, pragmatica e calcolatrice che cerca in tutti i modi di pianificare le nostre vite e tutte le strade che gli si aprono davanti?

E’ proprio per questo che le dichiarazioni più emozionanti vengono istintive, dal nulla e nel momento meno aspettato non tanto per chi la riceve ma per chi la fa. Che sa di non volersi sposare, sa che non arriverà mai il momento giusto e che non vuole cedere alla tentazione della ragione.

Quando si viene pervasi da un semplice gesto di amore, il più banale, il più quotidiano, il più sincero si vuole congelare quel momento per sempre: è la magica fugacità della felicità, che non sarebbe tale se non durasse un attimo. Ed è in quell’istante che quasi senza volerlo e pensarlo suona la frase da favola: “Mi vuoi sposare?”

Dura solo quei pochi secondi – che valgono un’eternità – per svanire subito nella consapevolezza che l’amore è una sfida continua, che non può essere garantito da unsì per sempre, ma che va affrontato e vinto ogni giorno. Nel mondo della libertà il matrimonio è una soluzione semplicistica, per coronare un amore non basta un contratto di assicurazione.

Scritto da Camilla Carabini

Comments
One Response to “Proposta di Matrimonio”
  1. Federica scrive:

    Niente Male

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail e resta aggiornato sui nuovi post di Copia-Incolla.org

    Segui assieme ad altri 456 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: