A Londra street art e musica si intrecciano nel mercato

Il prossimo 21 settembre a Londra la casa d’aste Bonhams rinnova l’appuntamento con il suo “Urban Art Sale”

Dai muri delle città alle gallerie e alle case d’asta internazionali. E’ inutile continuare a discuterne, succede da tempo ormai ed è ora di farsene una ragione. Se l’interesse è così alto da parte del mercato dell’arte, poi, un motivo ci sarà; e ben venga se serve a diffondere il nome di alcuni artisti provenienti dalla strada e ad elevare l’immagine di graffitari, idealisti e, addirittura, Djs.

Il prossimo 21 settembre a Londra la casa d’aste Bonhams, che ha saputo ritagliarsi un posto di prestigio nel settore della street art sin dal 2008, rinnova l’appuntamento con il suo “Urban Art Sale”. Tra gli oltre settanta lotti di artisti internazionali in vendita ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche. L’occasione è ghiotta per i potenziali collezionisti, ma anche per gli appassionati squattrinati (guardare è gratis).

I nomi in catalogo sono molti, ma a farla da padrone sono oramai i “soliti noti”: Banksy, Sheperd Fairey e il decano della stencil art Blek Le Rat. Da sempre l’arte urbana si lega a doppio filo con la musica, però, e Bonhams sembra saperlo bene. Per questo la casa d’asta ha inserito in catalogo delle chicche per i musicofili: due opere del DJ drum-n-bass Goldie, all’anagrafe Clifford Price, quello con i denti d’oro per intenderci, e una serie di fotografie di Peter Anderson che ammiccano al mondo dell’hip hop, con un ottimo Chuck D (Public Enemy) in visita nell’88 a Londra.

L’arte urbana quindi come passione, ma anche come collezionismo e investimento. La difficoltà rimane quella di scegliere l’artista e il pezzo giusto. “Il consiglio è sempre quello di comprare ciò che piace e si desidera avere in casa. Poi se prende valore tanto meglio,” spiega Alan Montgomery, specialista presso Bonhams. “Ovviamente Banksy ha un enorme mercato al momento, ma non bisogna pensare che il grande numero di opere che circolano nel mercato possano diminuirne il valore, la domanda sembra essere molto alta ancora.” L’altissimo successo (l’ultima asta ha venduto oltre il 90% dei lotti messi in vendita) assicura al momento un ritorno interessante per nomi affermati nel panorama. I futuri trends sono sempre difficili da indovinare, ma il contenuto costo di alcune delle opere di questo settore può permettere, a chi si sente audace, di rischiare.

Mi permetto di segnalare i pezzi più interessanti per gli amanti del genere. Un rarissimo dipinto su tela di Sheperd Fairey (Obey), quello dell’iconica immagine di Obama durante la campagna presidenziale (stima: 23-34mila euro). Una geisha di Jef Aerosol (classe ’57), uguale a quella che appare sul muro dell’ambasciata francese a Tokyo (stima: 6-8mila euro). E infine una serie di sculture firmate Banksy e Joe Rush, una rarità nel genere.

di Emanuele Norsa, Rollingstone

Qui il link all’articolo

Comments
2 Responses to “A Londra street art e musica si intrecciano nel mercato”
  1. Rita scrive:

    Molto interessante.. peccato che se stessi a Londra farei parte di quel gruppo di “appassionati squattrinati” (guardare è gratis)!!

    Con questi prezzi d’asta sicuramente il popolo potrà solo assistere e mangiarsi le mani nel vedere qualche ricco sfondato portarsi via una di queste fantastiche opere (e magari non sa neanche di cosa stiamo parlando)!!

  2. dicksick scrive:

    Mi piace molto Obey. Ho avuto la fortuna di vedere a Roma, alla DegliZingari Gallery, una delle sue opere. Molto particolare…

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail e resta aggiornato sui nuovi post di Copia-Incolla.org

    Segui assieme ad altri 456 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: