Steve Jobs R.I.P.

Steve Jobs, il visionario della tecnologia che ha aiutato a trasformare il modo in cui comunichiamo e condividiamo informazioni attraverso prodotti innovativi come il computer Macintosh, l’iPad, l’iPod e l’iPhone, è morto stanotte dopo una lunga battaglia con il cancro al pancreas. Aveva 56 anni. Job è stato co-fondatore della Apple Inc. alla fine degli anni ‘70 insieme a Steve Wozniak, collega prodigio dei computer che incontrò mentre lavorava alla Hewlett-Packard. Dopo aver rivoluzionato il mondo dei personal computer con l’introduzione del primo PC Macintosh nel 1984, Jobs venne cacciato da Apple dopo una furiosa litigata l’anno successivo. Durante il divorzio forzato fondò la NeXT Computer, che venne poi acquisita da Apple nel 1996, riportando così a casa l’inventore dissenziente.

Jobs è stato CEO di Apple da quel giorno fino all’agosto del 2011, periodo in cui la compagnia in ripresa introdusse un numero crescente di prodotti all’avanguardia fra cui l’iPod, lo store digitale per la musica iTunes, l’iPhone e il primo tablet, l’iPad.

Nato a San Francisco nel 1955 e cresciuto in una famiglia adottiva nella vicina Mountain View, Jobs era una delle figure più influenti che emerse dalla generazione che crebbe a cavallo fra gli anni ‘60 e ‘70. Studiò buddismo e non nascose mai il fatto di aver considerato l’LSD come una delle esperienze più significative della sua vita. Una volta disse a 60 Minutes (trasmissione televisiva della CBS, ndr) che il suo modello di business era la partnership coi Beatles, divenne molto famoso (e anche preso in giro da parodie facile) anche per via del suo stile nell’abbigliamento – jeans Levi’s, dolcevita nero e scarpe da ginnastica. Oltre ad Apple, Jobs fu decisivo nella creazione della Pixar, la compagnia cinematografica che ha prodotto classici dell’animazione animata come Toy Story, Alla ricerca di Nemo e Wall-E. L’acquisizione nel 1986 di una divisione di sviluppatori e grafici della Lucasfilms lo spinse a sviluppare l’acclamato team d’animazione.

Lo status di celebrity di Jobs come come cane sciolto della tecnologia lo rese potente e ricco. Nel 2010 Forbes stimava la sua fortuna in 8 miliardi di dollari. Oltre a 5 milioni di azioni Apple, possiedeva 138 milioni di azioni Disney, che guadagnò con la vendita della Pixar nel 2006 alla casa cinematografica di Topolino. Jobs stava combattendo con una rara forma di cancro al pancreas da quando gli venne diagnosticato nel 2004, e a poco purtroppo è servito un trapianto di fegato nel 2009. Si è dimesso dalla posizione di CEO nell’agosto di quest’anno, dichiarando come “non sarebbe potuto più venire incontro ai suoi impegni e alle aspettative” del ruolo che ricopriva. Steve Jobs lascia la moglie, Laurene Powell, quattro bambini (compreso uno da una precedente relazione) e una sorella biologica, la scrittrice Mona Simpson.

Il discorso di Steve jobs ai neolaureati di Stanford (con sottotitoli in italiano)

Di James Sullivan

Fonte: www.rollingstone.it

About these ads
Comments
One Response to “Steve Jobs R.I.P.”
  1. Githa scrive:

    Free knowledge like this doesn’t just help, it promote demoraccy. Thank you.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail e resta aggiornato sui nuovi post di Copia-Incolla.org

    Unisciti agli altri 3.114 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: